Sali in macchina per la Ricerca e la Solidarietà

Domenica 21 ottobre 2018 si terrà la seconda edizione del Raduno Automobilistico organizzato a sostegno dei progetti solidali promossi dalla “Fondazione Prometeus Onlus” che offrirà anche un concreto supporto alla “Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni”.
Questo evento nasce dall’incontro fra “Donna Sprint” e la “Fondazione Prometeus Onlus” in collaborazione con il “Rome American Hospital”.
È un incontro importante che ha già permesso di organizzare momenti dedicati alle pazienti ed ai familiari, con medici ed amici, tutti uniti, in questo specifico evento, nel sostenere sia la Fondazione che il progetto delle donne di Amatrice. Infatti la tappa finale di questa giornata di Raduno, all’insegna del divertimento e della solidarietà, sarà proprio la città di Amatrice, percorrendo le strade della Sabina, zona in cui sono ancora evidenti le conseguenze disastrose del terremoto.

Anche cimentandosi in un evento automobilistico ludico e coinvolgente, si può manifestare in modo tangibile, la vicinanza agli abitanti della Sabina ed in particolare alle donne di questo territorio, che stanno cercando di ricostituire il tessuto sociale preesistente al terremoto. Partecipando a questo evento l’obiettivo comune sarà scambiare un messaggio positivo tra chi ha vissuto ed affrontato timore e sconforto in varie forme, dalla malattia ai disastri di una calamità naturale.

“Sali in macchina! E porta un sorriso”, sarà lo slogan della manifestazione che vedrà protagonisti la solidarietà, il turismo e perché no, anche l’agonismo della gara amatoriale che partirà dalla Sede della Fondazione, presso il Rome American Hospital, in via Emilio Longoni 75, zona Collatina per arrivare fino ad Amatrice, dove gli equipaggi saranno accolti da piacevoli sorprese enogastronomiche a base di “Amatriciana e musica” e si assisterà alla premiazione finale dell’evento. Sostenere e incoraggiare gli abitanti della zona, rendendoli attivamente partecipi al progetto, sarà uno degli obiettivi della giornata.
Si potrà partecipare al Raduno con qualsiasi vettura, suddivisi in equipaggi di 2 o più persone, percorrendo un tragitto automobilistico a percorso segreto, di circa 120 km, su strade asfaltate, nel rispetto delle norme del Codice Stradale. Questo percorso sarà intervallato da giochi e prove di abilità, per differenziare e integrare la classifica finale, che ci auguriamo, vedrà tutti i partecipanti, vincitori di una giornata serena e spensierata.
La manifestazione “Donna Sprint”, nel tempo è cambiata e da semplice gara per sole donne è diventata un’opportunità per supportare fondazioni e/o eventi che coinvolge il mondo delle donne , ma soprattutto non escludendo più gli uomini, che finalmente possono fare da navigatori alle loro pilotesse. Il progetto si ispira al “Donna Rally”, evento originale creato trent’anni fa a Piubega, in provincia di Mantova, da Massimo Mondadori, esperto organizzatore di moto rally. Deciso a sfidare il luogo comune che vuole le donne incapaci alla guida, Massimo esordisce nel 1987 con un percorso di 60 km tutto al femminile. Il percorso viene svelato alla partenza con la consegna del road book. Nella prima edizione del Rally, tutte le partecipanti arrivano al traguardo, mettendo a tacere gli scettici e chi le voleva perdute nelle nebbie padane. Forte di questi primi entusiasmi, il Donna Rally per alcuni anni diventa un appuntamento, e riesce ad aggregare anche un pubblico maschile. Oggi il raduno al femminile torna sulle strade. Il colore e il team sono gli stessi di allora, e in più c’è la volontà di unire divertimento e solidarietà.

Uno degli aspetti di maggior importanza dell’evento “Raduno Rosa”, mentre i concorrenti saranno impegnati a percorrere le strade della Sabina, è quello dello screening medico preventivo che sarà organizzato nella stessa giornata, ad Amatrice, allestendo un “BREAST POINT”, un luogo in cui un’unità di medici accoglierà le donne della zona, che desiderano fare una visita senologica, gratuita e soprattutto vicino a loro (#acasaloro). Questo sarà un altro slogan importante che caratterizzerà la manifestazione, “Promuoviamo la Prevenzione”, semplice prezioso passo necessario, insieme ad un corretto stile di vita, alla salute di tutti, il nostro bene più prezioso.
Per questa II edizione del Raduno automobilistico, i proventi raccolti, saranno utilizzati dalla “Fondazione Prometeus Onlus” per istituire una Borsa di Studio per Psiconcologia, con un progetto di ricerca sulla qualità della vita ed i suoi vari aspetti dal ludico al sociale.
Il contributo d’iscrizione al Raduno Automobilistico, con relativa premiazione, è di 50 € a equipaggio.

Per ricevere ulteriori informazioni, visionare il regolamento e prenotarsi, oltre all’invio del Modulo Iscrizione via mail all’indirizzo donnasprint2018@yahoo.com , è possibile contattare direttamente i seguenti numeri: 392 3842 469 (Antonella) – 333 5202 042 (Daniela) – 334 8199 770 (Giovanna)

Anche l’Associazione territoriale “La VIA del FARE” è lieta di poter supportare dal punto di vista della comunicazione questo importante evento solidale e si augura di poter dare un piccolo ma significativo contributo all’ottima riuscita della manifestazione, una nuova incredibile avventura solidale da vivere insieme
Vi aspettiamo numerosi chiedendo di diventare grandi protagonisti di una giornata speciale. A domenica 21 ottobre allora e per questa volta, con un piacevole sottofondo di “motori rombanti”!!

Annunci
Pubblicato in Salute, Solidarietà, sport | Lascia un commento

Noi lavoriamo così

 

Il 2 ottobre si è festeggiata la giornata dei nonni. È una cosa meritevole ma noi de La Via del Fare li festeggiamo tutto l’anno.

A “La VIA del FARE” ci s’incontra spesso per avvicinare mondi, esperienze ed età diverse: dalla psicologia alle problematiche condominiali, dalla lingua inglese al mercato di filiera, dell’editoria alla pedagogia, dal calcio alle arti marziali e allo sport senza barriere.
NON SIAMO STRANI… abbiamo solo fortemente ancora voglia di sognare la nostra periferia solidale, creativa e soprattutto inclusiva.
E il 3 ottobre scorso abbiamo parlato di tutto questo, in un solo pomeriggio!

Vi aspettiamo per i prossimi appuntamenti!

Pubblicato in Servizi, Solidarietà, sport | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Alex Zanardi, uno di noi

Lo scorso 5 agosto, al termine del “PARA CYCLING ROAD WORLDCHAMPIONSHIP 2018”, svoltosi a Maniago (PN), abbiamo ricevuto come associazione una bellissima attestazione di stima per il lavoro territoriale che stiamo svolgendo per sostenere i valori dello SPORT PER TUTTI: il grande atleta Alex Zanardi ci ha onorati di una splendida dedica, che conserveremo gelosamente nella nostra sede storica di Via dei Colombi.
In quella competizione il Team Italiano capeggiato da Zanardi, ha conquistato un prestigioso argento, ma era poca cosa rispetto all’impresa compiuta il 23 settembre dal campione paralimpico che sembra non voler porre limiti ai suoi traguardi, riuscendo a chiudere al 5° posto assoluto, su 2700 partecipanti provenienti da tutto il mondo, la gara dell’ “IRON MAN ITALY 2018” di Cervia. L’atleta bolognese ha contestualmente abbattuto il precedente record mondiale paraolimpico, realizzato sempre da lui a Barcellona in 8h 58’ 59” e ha terminato le prove con uno stupefacente 8h 01’ 06”, a meno di mezzo minuto dal vincitore, il tedesco Andi Boecherer.
La durissima specialità del circuito Iron Man, prevede 3,8 km di nuoto, 42,2 di corsa e 180 di bicicletta: le prime due si sono svolte a Cervia, mentre il percorso ciclistico è passato attraverso Ravenna, Forlì’, Cesena, il lungomare e Milano Marittima.
Siamo fermamente convinti che neanche gli atleti Iron Man normodotati possano comprendere quanta immensa fatica e forza occorra per affrontare in circa 9 ore di competizione, quasi 4 km in mare a nuoto senza gambe, 180 km in una complicata HandBike e 42 km di corsa in carrozzina.

La volontà di Alex è proprio quella di un IRON MAN, un vero uomo di ferro con una volontà di ferro, perché continua a dimostrare quello che, a quasi 52 anni, con due gambe non sarebbe mai riuscito a fare.

“Mio figlio Niccolò – ha scritto Zanardi sui social – credo possa essere orgoglioso del suo vecchio. Ora sono davvero l’IRON MAN disabile più veloce al mondo.”
Uomini come lui ed il Col. Carlo Calcagni, sono un esempio per tutti quelli a cui manca una vera motivazione per superare i propri limiti e sono i testimonial ideali per questa “Settimana Europea dello Sport 2018”che terminerà il 30 settembre prossimo (info iniziative ed eventi #beactive su www.sportgoverno.it)

Ringraziamo infine per questo bellissimo dono di Zanardi, la gentilissima disponibilità di un’amica della nostra Associazione, Julie Ghinami che nella manifestazione mondiale di Maniago ha supportato, con la sua famiglia, il Team Indonesiano in gara.

“Quando mi sono svegliato senza gambe ho guardato la metà che era rimasta, non la metà che era andata persa”
A. Zanardi

Pubblicato in sport | Lascia un commento

Tutti con le mani in pasta!

Dopo aver visto all’opera le abilissime mani di Nonna Dina, a turno nella nostra sede, tutti ad esercitarsi nell’arte di “far la matassa”, l’ormai famosa pasta fatta a mano originaria dell’Irpinia, che richiede tanta manualità.
Vi aspettiamo, dato l’alto numero delle richieste pervenute, per un bis della lezione gratuita, in un successivo appuntamento.
Il successo dell’iniziativa è stato tale che altre signore hanno dato la disponobilità di proseguire gli incontri con altri tipi di pasta fatta a mano (orecchiette, tortellini,…).
Sempre più tradizione, ambiente e territorio alla Via del Fare.

Info prossimi incontri qui sulle pagine di laviadelfare.org

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , | Lascia un commento