Il “Giardino Segreto di Torre Maura” illumina il futuro

Nella settimana di mobilitazione dal 14 al 20 maggio 2018 organizzata in tutta Italia da Save the Children, La Via Del Fare, con il suo evento a Roma, Torre Maura, nella mattinata del 17 maggio, diventa una dalle realtà territoriali che aderiscono alla “Campagna Illuminiamo il Futuro 2018”, dedicata al contrasto della povertà educativa con uno speciale sguardo alla segnalazione di tutti quegli spazi pubblici abbandonati in Italia, in cui ora c’è un concreto “divieto di accesso ai bambini”.

La “Campagna 2018 Illuminiamo il Futuro” sottolinea nel suo tema il concetto di RESILIENZA EDUCATIVA, che è diventato motivazione centrale sull’onda del nuovo rapporto di Save the Children “Nuotare contro corrente. Povertà educativa e resilienza in Italia” nel quale emerge che i quindicenni che vivono in famiglie disagiate hanno quasi 5 volte in più la probabilità di non superare il livello minimo di competenze sia in matematica che in lettura rispetto ai loro coetanei che vivono in famiglie più benestanti (24% contro 5%).

Afferma Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children: «L’Italia è un Paese vietato ai minori, dove assistiamo all’abbandono e al degrado in cui versano tantissimi spazi pubblici, che invece potrebbero fare la differenza ed essere utilizzati dai bambini e dai ragazzi che vivono in contesti svantaggiati per svolgere attività sportive, artistiche e culturali. Luoghi che per tanti di loro potrebbero rappresentare un’opportunità reale per riscattarsi, uscire dalle difficoltà più forti di prima, migliorare i risultati scolastici e coltivare capacità, sogni e aspirazioni. Dobbiamo fare di tutto per restituire ai minori questi luoghi e per incentivare la loro capacità di resilienza, la loro volontà e determinazione a nuotare contro corrente, a superare le onde degli ostacoli che sono costretti ad affrontare ogni giorno e a spezzare così finalmente il circolo vizioso della povertà».

Per restituire questi luoghi in stato di degrado ed abbandono alla collettività, si chiede alle Istituzioni una legge nazionale per riqualificare le aree degradate a favore soprattutto di bambini ed adolescenti, destinandole ad attività extrascolastiche gratuite, firmando la petizione online.

Alla petizione, accompagnata sui social dall’hashtag #italiavietatAiminori, si legano i 10 luoghi simbolici vietati ai minori in Italia: da una ex scuola elementare nella periferia di Milano a un teatro abbandonato a Torino, dai parchi in condizioni di degrado nelle periferie di Roma e Napoli, sino a L’Aquila – città simbolo vietata ai bambini, ma anche agli adulti – e al Parlamento, il luogo per eccellenza dove troppo spesso la voce dei minori è inascoltata. Dal 12 maggio Save the Children (Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro) organizza perciò una settimana di mobilitazione con centinaia di eventi in tutto il Paese, in cui sono coinvolte realtà locali, associazioni, scuole, enti e istituzioni culturali.

I bambini del quartiere in festa nel “Giardino Segreto di Torre Maura”

Coinvolgendo le scuole del territorio La Via del Fare vuole raccontare la storia di recupero di uno spazio abbandonato del quartiere svolto negli anni e di come anche i più piccoli, donando degli alberelli, lo hanno fatto pian piano rivivere.
Letture corali, musica ed esposizioni di disegni a cura degli alunni della scuola primaria, presenti nel giardino insieme agli insegnanti ed ad un gruppo di genitori, trasformeranno questo momento dedicato all’ambiente e al decoro urbano in una vera festa all’aperto in cui anche la ricreazione di classe diventerà per la prima volta una bella “colazione sull’erba”. Si potranno riscoprire, con la guida degli adulti, i valori dei giochi di gruppo tradizionali da fare insieme nel verde e non davanti ad un freddo monitor.
In particolare, ci anticipa l’insegnante Valentina De Conca, gli alunni della classe quinta primaria dell’Istituto Nostra Signora del Suffragio, svolgeranno in loco delle attività creative sul tema: “Conosciamo il giardino segreto di Torre Maura”. Dopo il racconto compartecipato della storia di recupero di questo spazio prima degradato, ognuno di loro riceverà un cartoncino sul quale da un lato sarà riportata l’immagine del giardino da personalizzare e colorare con diverse tecniche pittoriche, mentre nel lato vuoto potranno riportare pensieri, brevi storie, filastrocche, ispirate dalla mattinata insieme. Tutti i lavori dei bambini verranno, infine, raccolti in un cartellone riassuntivo dal titolo “ALLA SCOPERTA DEL GIARDINO SEGRETO DI TORRE MAURA”. Al termine delle attività, prima di rientrare in classe, si farà una merenda insieme all’aria aperta, insieme a tutti i presenti, grandi e piccoli.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Eventi, Solidarietà. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...